Campionato Italiano Traina Altura 2004:

Vince LNI Otranto

 

Si Ŕ svolto, lo scorso 29 e 30 ottobre 2004, il 4o░ Campionato Italiano di Traina d' Altura. SocietÓ organizzatrice la Lega Navale Italiana, sezione di Genova, che Ŕ stata impeccabile in ogni occasione.

Gli equipaggi che si sono "guadagnati" la partecipazione a questo avvincente Campionato erano 15 in quanto 1 rinunciatario. In particolare erano presenti:

I Campioni D' Italia Uscenti - Soc. Club Vivi il Mare di Catania (Dosio, Ermacora, Maccaferri, Maccaferri), ed equipaggi provenienti dalle selettive di Ascoli Piceno, Bari, Catania, Catanzaro, Genova, Latina (2), Lecce, Napoli, Prato, Roma, Siracusa, Taranto e Torino.

Gli equipaggi si sono ritrovati Giovedý 28 ottobre alle ore 15 per il breefing nel quale sono state sorteggiate le imbarcazioni e gli ispettori di bordo. Le previsioni, comunque, non lasciavano presagire nulla di buono: previsione Sud-Est 7.

Presente al breefing anche il Presidente della FIPSAS settore mare sig. Marchetti.

All' indomani, tutti gli equipaggi pronti per la partenza alle ore 7,30, benchŔ le previsioni meteo erano per un avviso di burrasca forza sette. Il giudice ed il Direttore di Gara preavvisavano che in caso le previsioni meteo fossero peggiorate sarebbe stato dato il fine gare anticipatamente.

Manca alla partenza l'equipaggio di Catania, capitanato da Massimo Brogna, il quale, giunto a Genova in aereo, non ha avuto riconsegnate le attrezzature.

Si parte quindi alla volta del Campo di gara situato a 5 miglia della costa e con un lato di 12 x 12 mgl. Alle 08,30 il via alla Competizione che si dimostra subito avvincente. Non tantissimi i tonni in canna, ma comunque alla fine della prima giornata erano circa una ventina i tonni rossi da 6 a 8 chili imbarcati dai vari equipaggi. Alla fine della giornata di gara si delinea subito quali saranno gli equipaggi in lizza per la vittoria finale: in testa il Team di Vivi il mare di Catania con 8 catture, secondo il Team LNI di Otranto con sei prede, terzo il team Stella Maris di Torino con 5 pesci, quarto il Team CPS Soverato con 4 prede, quinto il team di Rapallo 2 con 4 prede. Per la Cronaca i team hanno pescato in condizioni limiti con un mare forza 5, onda lunga e vento teso da scirocco. Le imbarcazioni messe a disposizione dalla Lega Navale di Genova, comunque, hanno garantito un certo margine di sicurezza per tutti gli equipaggi.

Il libraggio stabilito era 12 libbre, ovvero 6 chili il carico di rottura del filo.

un tonno rosso di circa 6 chili alla pesa

Tutti in porto in attesa quindi della seconda e decisiva giornata di gara per la quale ancora una volta le previsioni erano pessime.

Sabato Mattina, ore 07,00, invece, il mare non era peggiorato rispetto al giorno prima anzi sembrava volesse rimanere stazionario nel moto ondoso e nel vento. Rimane ancora a terra l'equipaggio di Catania il quale praticamente si ritira per non aver ricevuto per tempo l'attrezzatura andata persa a seguito del volo. Quale problema anche per il Team Circolo Pesca Sportiva Soverato per un infortunio non grave al quarto uomo, mentre il terzo, a causa di una brutta indigestione rimane a terra. L'equipaggio suddetto, quindi, sarÓ composto dall' ispettore di bordo (Notaro) e dal solo capo equipaggio Massimo Rotondaro.

Molto emozionante anche la seconda giornata quando diversi equipaggi intorno alle 12 avevano ancora realizzato pochissime catture. In evidenza il Team di Otranto che si portava subito a 3 prede e quello di Soverato che benchŔ composto dal solo Rotondaro portava a pagliolo 3 prede. Ma le notizie che si diffondevano via radio non sembravano veritiere nel senso che diversi equipaggi non comunicavano immediatamente il pesce a bordo. Alle 15,30 il rientro in porto con le varie "sorprese".

i pesci del Team di Otranto

I primi cinque equipaggi della prima giornata si riconfermavano nelle catture, ma con un ordine diverso. Otranto chiudeva con 8 prede, Catania con sei, Soverato con 4, Rapallo 2 con 4, Torino con 3. Nel conteggio finale, quindi, riusciva a spuntarla su tutti il team della LNI di Otranto, composto da Antonio Quarta, Walter Morano, Raffaele Gaetano e Cataldi Carmelo che si aggiudicavano meritatamente il titolo di Campioni d' Italia 2004.

I Neo Campioni d' Italia 2004

Al secondo posto il team dei Campioni uscenti di Catania, Club Vivi il Mare, che hanno perso un pesce (aguglia imperiale) che ne avrebbe sicuramente consentito la vittoria finale.

Durante le fasi della cattura, infatti, mentre l' ispettore di bordo (Sig. Rossi del team di Torino) discuteva con il Capo equipaggio sulle manovre che la barca stava effettuando (secondo il giudice il team catanese governava con i motori diminuendo la trazione del pesce, cosa non consentita dal regolamento) il mulinello dell' angler impegnato nella cattura si "smontava" letteralmente, rimando a pezzi tra le mani dello stesso. In quell' occasione pare che il team di Catania cercasse di portare il pesce su un lato della barca per meglio combatterlo, mentre secondo l' ispettore la manovra effettuata non era consentita dal regolamento.

Tra una discussione e l'altra, ed il mulinello inceppato, il pesce ne approfittava strappando la lenza con  gran rabbia del Team che ha visto sfumare le possibilitÓ certe di vittoria. A terra il Team di Catania presentava reclamo il cui esito comunque aveva esito negativo per loro.

Il team di Soverato, invece, ricordiamo con il solo Angler a bordo, ha avuto una doppia allamata portando tutte e due i pesci al raffio, poi una tripla allamata nella quale due pesci durante l'azione di recupero del terzo, si sono slamati, e poi due ferrate singole portate a pagliolo. Un grandissimo risultato, alla luce della situazione dificile in cui si Ŕ trovato, comunque, quello del Team di Soverato, reduce dalla grande vittoria nel Drifting a Jesolo.

Una considerazione corre obbligo fare:

La FIPSAS dovrÓ sicuramente tenere molto in considerazione i risultati che sta ottenendo il Circolo Pesca Sportiva Soverato, soprattutto nella scelta degli angler della Nazionale Italiana (Camp. Drifting 2001 Pesce pi¨ grande 105 Kg su 50 libbre a Roseto degli Abbruzzi, Camp. Drifting 2002 a Marzamemi 2░ posto ma con pesce pi¨ grande della gara; Drifting 2004 - 1░ Classificato a Jesolo con tonno di 184 Kg, su 50 lb; Traina Altura Genova 4░ Classificato). Alcune scelte infatti, in passato, sono state opinabili e discutibili tant'Ŕ che la Nazionale Italiana di traina D'altura (Drifting e Traina) ha collezionato una serie di "cappotti". Ed inoltre, i nazionali presenti alla manifestazione di Genova si sono "persi" nel buio offuscati dai team di Otranto, Catania, Soverato, Rapallo e Torino. Al CT ed alla Commissione Federale l'invito ad una maggiore selezione e a scelte meno "politiche" e pi¨ tecniche.

Il team di Soverato

Il Team di Torino non riusciva a ripetersi come nella prima giornata, mentre Rapallo 2 otteneva il terzo posto a discapito del team di Soverato (quarto), a pari punti, per il miglior piazzamento della seconda giornata. A seguire tutti gli altri.

La pesatura

Cosa dire: in generale la manifestazione Ŕ andata molto bene, soprattutto poi la serata di chiusura con la cena e la premiazione.

una immagine dello Yacht club

Gran cena di gala presso lo Yacht Club di Genova con una ottima cucina ed un servizio impeccabile. Tantissimi i premi per tutti gli equipaggi e gli skipper.

Arriverderci al prossimo anno, sperando sempre nella presenza abbondante degli amici "pinnuti" ed in una ottima organizzazione.

La Redazione

La Classifica

Circolo Equipaggio 1a prova 2a prova Tot. Punti

Finale

    Punti Clas Punti Clas   Punti Class. Class. Finale
Lega Navale Rapallo 1                
               
               
               
Strike Fishing Club Roma                
               
               
               
Circolo Pesca Altura Catania 1                
               
               
               
Circolo Pesca Altura Catania 2                
               
               
               
Circolo Nautico Daphne -Mola di Bari                
               
               
               
Brezza jonica -Rosolini (SR)                
               
               
               
Circolo Pesca Sportiva - Soverato (CZ)                
               
               
               
Fisherman Club - Prato (FI)                
               
               
               
Ass.Stella Maris - Torino                
               
               
               
Centro Sportivo Mare Foro D' Ischia - (NA) Capuano F. 1332 12          
Coppa V.
Francescon Massimo
Patalano G.
G.P.S. LNI Crotone Elia Raul 646 10 2196 6 2644 16 8
Ciccopiedi Tommaso
Tiano S.
CannistrÓ R.
Tuna Club Pontino - Latina Benucci A. 2304 8 0 12,5 2304 20,5 10
Benucci C.
Pagano M.
Lontano M.
L.N.I. Otranto Quarta A. 4126 2 4254 1 8412 3 1
Morano W.
Raffaele G.
Cataldi C.
Circolo Nautico Sambedenettese De Tommasis S. 0 14 732 10 732 24 14
Izzo Alessandro
Bianchi D.
Bagato P.
L.N.I. Rapallo 2 Galvan Loris 2916 5 2795 2 5712 7 3
Galvan Luca
Fanchetto Luciano
Figaro E.
 

Iscriviti alla nostra Mailing List
Se vuoi essere informato quando il sito sarÓ aggiornato segnalaci la tua e-mail

 

 

Cerca nella rete con
ShinySeek

Torna alla Home Page del sito


Pescainmare.com

pesca in mare, pesca, pescare, bolentino, drifting, big game, pescaremare,  traina, rockfishing, surfcasting, beachlegering, ricciola, dentice, tonno, palamita, marlin, il pescatore, fishing, on the sea, fish, marlin, dorado, anglerworld, angler, fisherman, reel, tuna, yellofin, boat, yacht, catch and release, pescaremare, pescare mare, sport, sportfishing, trabucco, colmic, italcanna, normic, bayliner, milo, mitchell, asso, fluorocarbonpesca in mare, pesca, pescare, bolentino, drifting, big game, pescaremare,  traina, rockfishing, surfcasting, beachlegering, ricciola, dentice, tonno, palamita, marlin, il pescatore, fishing, on the sea, fish, marlin, dorado, anglerworld, angler, fisherman, reel, tuna, yellofin, boat, yacht, catch and release, pescaremare, pescare mare, sport, sportfishing, trabucco, colmic, italcanna, normic, bayliner, milo, mitchell, asso, fluorocarbon